Nota inviata al Comune di Messina

22 Settembre 2017

Palermo, 22/09/2017

 

 

All'Assessore allo Sport

Al Dirigente Dipartimento Sport

Al Dirigente Dipartimento Manutenzione Immobili

Comune di Messina

 

e p.c.                                                               Al Delegato CONI di Messina

 Ai consiglieri regionali del Comitato regionale FIDAL Sicilia

Al Comitato provinciale FIDAL Messina

Alle Associazioni FIDAL della provincia di Messina

                                                                       

 OGGETTO: ESITO RIUNIONE TRA LA FIDAL E IL COMUNE DI MESSINA DEL 21 SETTEMBRE 2017 -  IMPIANTI DI ATLETICA LEGGERA EX-GIL E CAPPUCCINI

 

Il presidente del comitato regionale FIDAL Sicilia, a seguito dell'incontro che si è svolto con l'Assessore allo Sport del Comune di Messina, Sebastiano Pino,  il 21 settembre 2017 alla presenza del dirigente dipartimento Sport, Salvatore De Francesco, del delegato del dipartimento Immobili, Orazio Scandurra, del presidente provinciale FIDAL Messina, Nunzio Scolaro, e dei consiglieri regionali, Giuseppe Locandro e Gabriele Rinaldi, avente come finalità la definizione dei provvedimenti necessari per garantire il regolare svolgimento delle specifiche attività di atletica leggera presso gli impianti Ex-Gil e Cappuccini, esprime il proprio rammarico per l'esito negativo dell'incontro stesso.

Dopo mesi di fruttuosa collaborazione con il Comune di Messina, che ha visto lo svolgimento di varie manifestazioni in riva allo stretto, tra le quali  i campionati regionali siciliani assoluti,  il trofeo “Scilla e Cariddi” che ha visto la presenza degli atleti top  siciliani e calabresi, è che vedrà prossimamente l'organizzazione del XXV trofeo Giovanni Schepici in programma il 27 settembre e dei campionati regionali di società, categoria ragazzi, previsti per il 30 settembre, si registra una preoccupante battuta di arresto nei rapporti di collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

Allo stesso tempo auspica una immediata ripresa dei contatti al fine di permettere ai tesserati Fidal di poter usufruire degli impianti in completa sicurezza sia dal punto di vista tecnico che igienico sanitario. Confida in un rapida emanazione di regole che possano soddisfare le richieste legittime del Comitato provinciale Fidal. Di fatto, la presenza di altre tipologie di utenti che affollano in maniera invasiva gli impianti stessi, causa situazioni di pericolo continuo e non salvaguarda il manto della pista, soprattutto dell’impianto Cappuccini che è uno dei pochi impianti omologati in Sicilia in grado, quindi, di ospitare eventi di alto livello specialistico.

Il presidente del comitato regionale FIDAL Sicilia

Nicola Siracusa

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate