Fantini formato Doha: 68,27 a Modena

21 Settembre 2019

La martellista azzurra all’ultima gara prima della rassegna iridata, come la sprinter Dosso (11.60) e il quattrocentista Corsa (47.21 a Rieti). Il lunghista Trio 7,90 a Palermo.


 

A pochi giorni dalla partenza verso i Mondiali di Doha, ultimo test agonistico per alcuni azzurri. Sulla pedana di Modena, la tricolore assoluta Sara Fantini è protagonista di una gara in crescendo e lancia il martello a 68,27 nel sesto e ultimo turno, realizzando la quinta prestazione in carriera. Durante questa stagione l’emiliana dei Carabinieri, che da poco ha compiuto 22 anni, è già riuscita a raggiungere diversi traguardi: la prima volta sopra i settanta metri (70,30), il podio continentale under 23 di Gavle, in Svezia, dove ha conquistato il bronzo e il quarto posto agli Europei a squadre di Bydgoszcz. Ora tocca all’esperienza iridata, con la qualificazione prevista venerdì 27 settembre dalle 15.40 italiane. Anche la sprinter Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre) si mette alla prova a Modena, sui 100 metri di cui è campionessa nazionale, con una volata in 11.60 (+1.1). La ventenne reggiana è convocata per la staffetta 4x100 metri nella capitale del Qatar. Al maschile, fuori classifica nei campionati regionali, 10.50 (-0.2) di Wanderson Polanco (Atl. Riccardi Milano 1946). [RISULTATI/Results]

RIETI - Nei 400 metri, allo stadio Raul Guidobaldi di Rieti, l’azzurro Daniele Corsa (Fiamme Oro) completa il giro di pista in 47.21. Agli imminenti Mondiali di Doha, il quasi 23enne pugliese farà parte del gruppo impegnato in entrambe le staffette 4x400, non solo maschile ma anche quella mista. [RISULTATI/Results]

TRIO 7,90 - Balzo in avanti a Palermo del lunghista Antonino Trio. Il 27enne messinese dell’Athletic Club 96 Alperia coglie il suo miglior salto di sempre con 7,90 (+0.1) per aggiungere nove centimetri al primato personale all’aperto, ma è una misura superiore anche al proprio limite indoor di 7,88. Questa la serie nella gara di oggi: 7,70-7,73-7,84-7,90-7,55-7,78.

LANCI GIOVANI - Bel risultato per il discobolo Enrico Saccomano. A San Vito al Tagliamento (Pordenone), il 18enne dell’Atletica Malignani Libertas Udine spedisce a 58,79 l’attrezzo juniores da 1,750 chilogrammi, all’ultimo lancio di gara. Un progresso di oltre tre metri rispetto al personale di 55,38, già incrementato al secondo tentativo con 56,02, che vale l’ingresso nella top ten italiana under 20 di sempre, in ottava posizione. Nella stessa sede, domenica 22 settembre, spallata a 70,51 di Michele Fina (Atl. Brugnera Friulintagli) nel giavellotto allievi, per diventare terzo nelle liste italiane under 18 dell’anno e sesto in quelle di sempre. [RISULTATI/Results]

IN SARDEGNA - Continua a salire l’allievo Massimiliano Luiu (Pol. Libertas Sassari) nel salto in alto. A Sassari, sulla pedana di casa, il tricolore di categoria ritocca il personale di un altro centimetro con 2,11. [RISULTATI/Results]

STRADA - Alla mezza maratona di Usti nad Labem, in Repubblica Ceca, sesto posto di Ahmed El Mazoury. Il campione italiano sulla distanza, portacolori dell’Atletica Casone Noceto, chiude in 1h04:36 al termine dei 21,097 chilometri nella gara vinta dal tedesco Hendrik Pfeiffer con 1h03:17. [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: