Risultati in diretta da Bologna e Modena

25 Aprile 2019

I link in aggiornamento ai meeting Liberazione di Bologna (settore giovanile) con gare al mattino e di Modena (settore assoluto) con gare nel pomerig


 

Iniziano le gare poco dopo le 9.00 al Trofeo Liberazione di Bologna, meeting regionale giovanile giunto alla 17^ edizione, con organizzazione della Uisp Bologna. 

Nell'alto cadette 1,42 per Carlotta Galafassi (Polisportiva Atletico Borgo Panigale) e Vittoria Venturi (Csi Sasso Marconi). Negli 80 metri si migliora con 10.20 (+0,8) rispetto al 10.28 dello scorso anno Sara Curatolo (Atletica Molinella), che precede le 2 atlete del Centro Atl. Copparo al 1° anno di categoria, Beatrice Minotti con 10.39 e Marguerite Ghedini con 10.49. Francesca Tincani (Atl. Castelnovo Monti) vince i 1000 metri in 3.13.61 davanti a Giulia Bertacchini (Atl. Frignano Pol. Pavullese) con 4.15.75.

Nei cadetti 9.58 (-0,6) negli 80 metri per Innocent Tagliani (Atletica Molinella) e 9.82 per Davide Pinelli (Atl. Castelnovo Monti). Nei 1000 metri 3° miglioramento nell'anno per Filippo Fantini (Atl. Ravenna) che vince in 2.44.53. Nell'alto 1,60 per Davide Sola (Olimpia Vignola).

Nei ragazzi 4,67 nel lungo per Luca Buffignani (Atl. Castelnovo Monti). Nei 60 metri 8.04 per Alessandro Trotto (Polisportiva Monteveglio). Nei 1000 metri 3.13.04 per Enrico Ricci (Atl. Ravenna).

Nelle ragazze 4,74 nel lungo per Giulia Senni (Endas Cesena), uno dei risultati tecnici più interessanti del meeting. Nei 60 metri, con 6 serie e 46 atlete classificate, la migliore prestazione è 8.52 di Ginevra Vezzani (Corradini Rubiera). Nei 1000 metri vince Valentina Boncompagni (Atl. Frignano Pol. Pavullese) in 3.25.11 davanti a Lucia Innocenti (Cus Bologna) con 3.28.02.

Risultati

---

Tanti atleti, come tutti gli anni, al Trofeo Liberazione di Modena, giunto alla 41^ edizione e organizzato da Uisp Modena.

E' Andrea Pacitto (Virtus CR Lucca) il primo vincitore delle gare del 41° Trofeo Liberazione di Modena, nella gara dei 110 hs assoluti, con l tempo di 15.34 (-0,1); il 1° fra gli emiliani è Nicola Boscoli (Centro Atl. Copparo) con 15.75. Negli juniores (h 100) un bel 14.10 (+1,7) per l 1° e 2° della prima serie: Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Cristopher Cecchet (Athletic Club Firex Belluno); 6° posto complessivo fra le serie per Martino Filippone (Atl. Imola Sacmi Avis) con 15.51 (+0,7). Negli allievi (h 91) vince un altro atleta della Atl. Bergamo, Samuele Maffezzoni con 14.17 (-0,3), mentre in seconda serie debutta nella specialità il 1° anno allievi Alexander Bartolini (Endas Cesenatico) con 14.50 (+0,4), una prestazione che lo porta quasi a entrare nei primi 10 all time in regione.

Nel martello donne doppietta per le atlete piacentine della Atl. Brescia 1950 Ispa Group, Agata Gremi e Giulia Rossetti, con 54,32 e 52,32. Fra le emiliane 7° posto per la junior Camilla Anselmi (Cus Parma) con 45,64, 2 cm in più di Matilde Buda (Atl. Estense). Nel martello allieve 3 kg successo per Giulia Aresca (Atl. Cogne Aosta) con 48,58; si migliora decisamente l'allieva 1° anno Aurora Ottoboni (Cus Ferrara), al 3° posto con 48,00, che con lo stesso attrezzo da 3 kg lo scorso anno aveva lanciato a 40,86; oltre i 40 metri anche Camilla Montemarano (Fratellanza 1874 Modena) con 46,22 e Giorgia Maraldi (Endas Cesena) con 41,68, rispettivamente al 4° e 5° posto.

Nei 100 hs donne successo per la junior Veronica Crida (Unione Giovane Biella) con 14.19 (+0,8) in prima serie. Nella seconda la prima è Alessandra Realdon (Suedtirol Team Club) con 14.45 (+1,0), davanti alla junior emiliana Giulia Guarriello (Atletica Impresa Po), al debutto con gli h 84, con 14.48.

Nei 100 hs allieve 1° posto per Ololade Adesewa Farinu (Cus Bologna) che scende per la prima volta sotto i 15 secondi, con 14.85 (+0,3). 

Nel peso assoluto vittoria per Gabriele Natali (Virtus Emilsider Bologna) con 14,35, che precede lo junior Enrico Zangari (Self Montanari Gruzza) con 13,80. Nel peso allievi 13,58 per Bruno Nora (Atl. Longarone) e 13,53 per Federico Mastrecchia (Carabinieri).

Nel disco assoluto 2 kg doppietta degli atleti del Cus Parma, con Calogero Marco Volo a 48,12, che demolisce il precedente personale di 45,52 e lo junior Simon Zeudjio Tchiofo a 46,10; 3° posto per Gabriele Natali (Virtus Emilsider Bologna) con 43,17. Nel disco allievi 1,5 kg si ripete il piazzamento del peso con Bruno Nora (Atl. Longarone) 40,99, Federico Mastrecchia (Carabinieri) 40,73 e con Jacopo Maccarelli (Atl. Imola Sacmi Acvis) con 40,56 e Federico Baldassari (Academy Ravenna Athletics) con 40,06, pure oltre i 40 metri. 

Si corrono 23 serie di 100 metri maschili con un totale di 175 atleti. Nella prima serie i tempi migliori, con Andrea Federici (Atl. Biotekna Marcon) che regola con 10.51 (+0,8) Alessandro Piubeni (Interflumina E' Più Pomì) con 10.53; ma è di Andrea Cavini (Atl. Imola Sacmi Avis), classe 1996, la prestazione più sorprendente, con il 3° posto in 10.69 e 15/100 di progresso rispetto al precedente p.b. che aveva ottenuto al Trofeo Liberazione 2018 e poi eguagliato 10 giorni dopo ai C.d.S. Assoluti. In altre serie primato personale per lo junior Densi Libofsha (Atl. Santamonica Misano) con 11.01 (+0,3) e 11.06 e 11.07 per gli altri juniores Alessandro Ori (La Patria 1879 Carpi) e Francesco Sansovini (Olimpus San Marino).

Sono invece "solo" 17 le serie dei 100 metri femminili: il miglior tempo è di Arianna De Masi (Atletica Meneghina) con 11.90 (+1,1) in prima serie, che precede Laura Fattori (Fratellanza 1874 Modena) con 11.93, che eguaglia il personale che aveva stabilito nel 2016; al 3° posto Annalisa Spadotto Scott (Bracco Atletica) con 12.03. Fra le altre atlete della regione p.b. per la junior Sofia Zanotti (Atl. Lugo) con 12.26 (+1,1) e 12.33 (+1,7) per l'allieva Laura Elena Rami (Cus Bologna) e per la junior Alice Manuzzi (Francesco Francia) con +0,8, che si migliora di 13/100.

Nei 400 metri uomini è in gara in prima serie l'atleta più atteso del Trofeo Liberazione 2018: è l'allievo Lorenzo Benati (Atl. Roma Acquacetosa), detentore della m.p.n. allievi e campione europeo U18. Benati vince nettamente con il tempo di 47.06, 2° tempo in carriera dopo il 46.85 dello scorso anno a Gyor e 2/100 meglio del tempo realizzato lo scorso anno nella precedente edizione di questo meeting. Al 2° posto è Luca Calvano (Fratellanza 1874 Modena) con 48.49 (primato personale, precedente 48.62 nel 2018). Sotto i 50 secondi e alcuni anche con il primato personale finiscono pure Enrico Ghilardini (Atl. Imola Sacmi Avis) con 48.73 (ex 49.25), Simone Filippo (Centro Atl. Copparo) con 48.87 e Alessandro Xilo (Virtus Emilsider Bologna) con 49.41 in prima serie e Francesco Conti (Atl. Imola Sacmi Avis) con 49.00, lo junior Alberto Montanari (Academy Ravenna Athletics) con 49.20 (ex 50.66) e David Palladini (Cus Parma) con 49.86 in seconda serie.

In totale si sono corse 23 serie maschili con 132 atleti partenti.

Tanti bei progressi nei 400 metri donne, a partire dalla vincitrice della prima serie, Elena Pradelli (Fratellanza 1874 Modena) che dal 56.82 indoor del 2019 si porta a 55.44; la sua compagna di squadra Anna Cavalieri si migliora da 58.48 a 57.02, la junior Anna Spada (Edera Forlì) da 58.20 a 57.54, Rebecca Cravedi (Atl. Piacenza) da 58.11 a 57.59, Matilde Avanzini (Circolo Minerva) da 59.49 a 59.23. Anche l'allieva Francesca Vercalli (Fratellanza 1874 Modena) scende sotto il minuto con 59.68, rispetto a 1.01.35 dello scorso anno.

Nei 3000 metri maschili uno spettacolare ultimo 400 metri di Luis Matteo Ricciardi, corso sotto il minuto con 3 posizioni rimontate, segna il 3° successo stagionale nei meeting regionali 2019 per l'atleta bolognese della Acquadela Bologna. Significativo anche il progresso cronometrico da 8.44.80 a 8.35.30; al 2° posto è Riccardo Gaddoni (Atl. Imola Sacmi Avis) con 8.35.64 (ex 8.48.68), 3° Omar Stefani (Fratellanza 1874 Modena) con 8.36.46 (a 80/100 dal p.b.), 4° Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) con 8.38.58 e 5° Fabio Ciati (Ballotta Camp) con 8.39.13; personali anche per gli junior Davide Rossi (Fratellanza 1874 Modena) con 8.45.95 (ex 8.51.51) e Mattia Marci (Modena Atletica) con 8.55.84 (ex 8.57.65 indoor).

Anche nei 3000 metri femminili raffica di primati personali: non lo realizza la vincitrice, nonchè primatista regionale allieve Martina Cornia (Fratellanza 1874 Modena) che vanta un personale di 9.50.46 ottenuto vincendo il titolo nazionale lo scorso anno: il suo poderoso allungo nell'ultimo giro la porta al 1° posto con 10.04.18, con cui piega la resistenza di Giulia Vettor (Cus Parma) con 10.06.00 (ex 10.20.51 indoor); più staccate le altre, con Caterina Mangolini (Atl. Estense) a 10.18.48 (ex 10.23.68), l'allieva 1° anno Emma Casati (Atl. Piacenza), vincitrice della seconda serie con 10.19.07, la junior Bernadette Pulpito (Fratellanza 1874 Modena) con 10.23.69 (ex 10.27.26 indoor nel 2017), l'altra junior Sara Nestola (Self Montanari Gruzza) con 10.24.18 e l'allieva Giulia Cordazzo (Fratellanza 1874 Modena), al 2° posto nella seconda serie con 10.27.62 e alla prima gara su questa distanza.

Nelle gare di salto maschili, nell'alto uomini successo per Alessandro Bellelli (Self Montanari Gruzza) con 2,05, poi 2,01 per Matteo Mosconi (Atl. Biotekna Marcon) e Tomas Guasconi (Modena Atletica), che si migliora di 1 cm. Nell'asta 4,50 per Pietro Canossini (Atl. Reggio) e Matteo Rubbiani, sm40 della Fratellanza 1874 Modena. Nel lungo 7,25 (+0,3) per Stefano Braga (Atl. Riccardi Milano 1946), 7,04 (+1,1) per lo junior Lorenzo Basco (Cus Ferrara), 7,03 (+1,7) per l'altro junior Samuele Campi (Fratellanza 1874 Modena), per la prima volta oltre i 7 metri (primato personale precedente 6,89 nel 2018), 7,02 per Giovanni Mastrippolito (Virtus Emilsider Bologna), pure per la prima volta oltre i 7 metri (ex 6,96 nel 2016 indoor).

Nei concorsi femminili Rachele Bovo (Atl. Riviera del Brenta) vince l'alto con 1,74, davanti a Debora Beltramini (Endas Cesenatico) con 1,66; stessa misura per la junior Asia Tavernini (Atletica Alto Garda e Ledro) e Melissa Michelotti (Sport Atl. Fermo). Le allieve della Libertas Rimini Cecilia Mascarin e Alice Cadiman saltano 1,62. Nel lungo la junior Sofia Zanotti (Atl. Lugo) supera per la prima volta i 6 metri in condizioni regolari e con 6,09 (+1,8) all'ultimo turno vince la gara, superando il 6,07 (+2,0) dell'altra junior Veronica Crida (Unione Giovane Biella); al 3° posto Federica Giovanardi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) con 5,83 (+0,0). Nel peso 1° posto con 14,59 per Martina Carnevale (Atl. Stud, Rieti Andrea Milardi) e 2° posto con 13,15 per Pamela Mannias (Cus Cagliari); Alice Gnudi (Csi Sasso Marconi) con 9,89 è la prima fra le emiliane. Nel peso allieve 3 kg successo per Eseosa Lucy Omovbe (Fratellanza 1874 Modena) con 13,21, davanti a Viola Bellagamba (Endas Cesena) con 11,59. 

Risultati

Giorgio Rizzoli

 

 


Odolade Farinu vincitrice dei 100 hs (foto facebook Fidal E.R.)


Condividi con
Seguici su: