Niente finale per la 4x400 azzurra con Spacca e Folorunso

12 Agosto 2017

Oggi erano in gara ai Mondiali di Londra le "emiliane" Maria Enrica Spacca (Carabinieri) e Ayomide Folorunso (Fiamme Oro).


 

Si avviano alla conclusione i Campionati Mondiali di Atletica Leggera a Londra, sperando che nell'ultima giornata la marcia porti qualche soddisfazione alla atletica azzurra.

Oggi, nella sola staffetta qualificatasi per Londra, la 4x400 femminile, erano in gara 2 atlete della nostra regione (tesserate o di provenienza), Maria Enrica Spacca in seconda frazione e Ayomide Folorunso in ultima, insieme a Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) in prima e Libiana Grenot (Fiamme Gialle) in terza.

Le azzurre si sono piazzate al 5° posto nella seconda semifinale, mancando di soli 22/100 l'accesso alla finale. Forse un'occasione mancata, perchè ci potevano essere le condizioni per riuscirci, come del resto era avvenuto lo scorso anno alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, ma il riscontro cronometrico allora fu, con le stesse atlete, 3.25.16 (primato italiano), mentre a Londra le ragazze hanno corso in 3.27.81. 

Si sono quindi concluse le gare "stadia" ai Campionati Mondiali di Londra (nelle finali di domani non ci sarà nessun italiano presente), dove i migliori piazzamenti per la squadra azzurra sono stati il 10° posto di Marco Lingua nel martello e il 13° di Gianmarco Tamberi nell'alto e quindi senza piazzati nei primi 8.

Nelle gare "no stadia" nei primi 8 era entrato Daniele Meucci (Esercito) con il 6° posto nella maratona, a tutt'oggi unico italiano ad avere portato punti in questa speciale classifica per nazioni.

Rimane la speranza domani nelle gare di marcia soprattutto nella 20 km femminile nella quale soprattutto Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) è considerata fra le più accreditate per un posizione da podio.

Domani sarà in gara nella 20 km maschile anche Matteo Giupponi (Carabinieri).

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate